Il sogno di Talitha

Standard

Sinossi (da Ibs.it):

Nashira è un mondo in cui l’aria è il bene più raro: solo gli immensi alberi che ricoprono l’impero di Talaria possono produrla e un’arcana pietra è in grado di trattenerla. Tutte le città vivono alla loro ombra, e un antico dogma impedisce agli abitanti di osservare direttamente il cielo e i suoi due soli. È così che Talitha, figlia del conte del Regno dell’Estate, è sempre vissuta, finché la morte improvvisa dell’amata sorella non la costringe a prendere il suo posto in monastero. Ma Talitha è una combattente e quella vita, con i suoi intrighi e le sue proibizioni, le va stretta: il suo destino è la spada, e con il fedele schiavo Saiph progetta di fuggire. Non sa ancora che le sacerdotesse proteggono un segreto: il mondo sta per essere distrutto, minacciato da un male che presto trasformerà ogni cosa in un incubo di fuoco, e solo un essere di razza sconosciuta, imprigionato e nascosto come eretico, sa come salvarlo. In un universo rigidamente diviso tra schiavi e uomini liberi, fede e dubbio, verità e oscurantismo, Talitha dovrà affrontare un viaggio fino alle terre più fredde di Talaria e trovare l’unica risposta in grado di salvare Nashira.

Nove punti chiave

I regni di Nashira - Il sogno di Talitha
Licia Troisi
2011, 428 p., rilegato
Mondadori

1.    Alberi.
Bella l’idea di un’ambientazione in cui l’aria è rarefatta, e in cui i grandi alberi sono uno dei beni più preziosi (anche se fa un po’ Avatar). La mia impressione è stata però che il tutto fosse gestito in maniera un po’ confusa, tanto che non ho capito bene come siano formati i camminamenti e se ci troviamo in presenza di un unico grande albero o di tanti alberi o di tutti e due. A un certo punto mi sembrava si parlasse di alberi sugli alberi.
2.    Regni
Regno della Primavera, Regno dell’Estate, Regno dell’Autunno e Regno dell’Inverno fanno tanto Topolino.
3.    Al Gore
A lui piacerebbe questo libro, ma in genere se leggo un romanzo fantasy non cerco messaggi ambientalisti, cerco un romanzo fantasy.
4.    Schiavitù
La protagonista passa da amichetta degli schiavi a guardare con indifferenza l’esecuzione di uno schiavo nel cortile del suo palazzo. Peraltro, essendo nata e cresciuta nobile con un padre che sembra una via di mezzo tra Adolf Hitler e la matrigna di Cenerentola certi sentimenti “moderni” nei confronti della schiavitù sono non poco anacronistici – un po’ da Harmony, a mio parere.
5.    Luna
Il fatto che al tramonto dei due soli sorgano le due lune mi ha fatto sentire un po’ presa in giro.
6.    Odio e amore
Non c’è stato il colpo di fulmine, non c’è stata empatia, non c’è stato nessun sentimenti se non l’indifferenza tra me e qualsiasi personaggio di questo libro. Se i protagonisti fossero morti a pagina duecento, non me ne sarebbe importato un accidente.
7.    Stile
Un pregio è che è scorrevole. Un difetto è che lo è troppo, e la storia scivola via senza rimanere in testa per più di un paio d’ore.
8.    Finale
Non c’è. Nella migliore tradizione minimo sforzo massimo guadagno, si chiede venti euro per un libro che si lascia leggere in una serata e che presenta al massimo l’inizio della storia. Dividere un libro in più parti ha senso solo quando il libro è molto lungo, e NON è questo il caso.
9.    Nashira
Pensavo ci fosse un’attinenza con il reale, visto che Nashira è una stella della costellazione del Capricorno, invece rappresenta un pianeta. Scema io, certo.

Nonostante i miei pregiudizi verso quest’autrice mi ero avvicinata a questo romanzo con la speranza che, a trent’anni e con dieci anni di carriera alle spalle, fosse riuscita a correggere quei difetti più volte segnalati in molte recensioni e a scrivere qualcosa di buono.
Alla fine, anche questo romanzo è stato una delusione. La ribelle perché sì ha anche stufato, e nonostante non ci siano grandi buchi di logica – non che non ce ne siano, ma perlomeno sono meno evidenti – manca quel fattore che porta a innamorarsi di un romanzo, a vedere con i propri occhi l’ambientazione invece di avere l’impressione che qualcuno ti racconti un mondo in maniera approssimativa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...